domenica 20 maggio 2018

Voce del verbo Amore



Amore, una sola parola ma quante sono le immagini che si creano nella nostra testa.
Aprendo il dizionario ne vediamo una definizione:

sostantivo maschile
  1. 1.
    Dedizione appassionata ed esclusiva, istintiva ed intuitiva fra persone, volta ad assicurare reciproca felicità, o la soddisfazione sul piano sessuale: a. casto, platonico, sensuale; un a. appassionato, travolgente; desiderio, tormento d'a.
    • Amore libero, libertà di rapporti sessuali fuori del matrimonio.
    • Fare l'amore, avere un rapporto sessuale.
    • toscano
      Fare all'amore, essere fidanzato.
    • pop.
      L'estro venereo degli animali.
      "essere"
  2. 2.
    Vicenda amorosa o avventura galante.
    "gli a. di Casanova"
    • La persona amata: il primo a. non si scorda mai; estens., anche a proposito di persona graziosa e simpatica (quel bambino è un a.!) o di cosa.
      "quel vestito è un a.!"
  3. 3.
    Inclinazione profonda, basata su un rapporto di parentela o su un'affinità elettiva o su una predilezione rafforzata dalla consuetudine: a. materno, filiale; a. coniugale; a. per la propria famiglia, per i propri amici; a. per lo studio, per gli antichi testi.
  4. 4.
    Nel cristianesimo, l'attributo fondamentale della divinità che ama gli uomini, si fa uomo e soffre e muore per essi, e da parte dell'uomo l'identificazione del prossimo con sé stesso e quindi con lo stesso Dio: l'Amor che move il Sole e l'altre stelle (Dante); Fecemi la divina potestate La somma sapïenza e 'l primo amore (Dante).
  5. 5.
    Desiderio, brama.
    "l'a. del lusso"
  6. 6.
    L'adolescente della mitologia classica, personificazione della passione amorosa, o ciascuno dei suoi compagni.
    "Or te piangon gli Amori... Regina e diva!"
  7. 7.
    pop.
    Amor nascosto, aquilegia.




Se pensiamo alla parola amore tutti noi avremo nella mente un volto, un sorriso, un particolare, una frase una sensazione.
Sono molte le storie, le leggende, i film, i libri che come tema hanno l'amore.
L'amore romantico, l'amore impossibile, l'amore appassionato, l'amore per un figlio, un amante, un amico.

Poche volte però... intendiamo l'amore come qualcosa dentro di noi e per noi.
Siamo abituati a pensare che l'amore sia qualcosa di esterno, da donare e ricevere ma i primi da amare... siamo proprio noi.

Amiamo noi stessi, prima di amare gli altri, meritiamo amore esattamente come lo meritano le altre persone.

Sono poche le persone che si amano prima di amare gli altri, quasi sono una rarità.
La nostra società ci impone di amare gli altri, essere gentili, di amare chi ci sta intorno e ci convinciamo che prenderci cura di noi sia sbagliato, egoistico, inutile, frivolo.
Arriva però un momento nella vita in cui ci fermiamo. Non per tutti è lo stesso momento, per alcuni può essere una malattia, una relazione finita, un cambiamento drastico.
Ci fermiamo e i punti fissi della nostra vita non ci sono più ci troviamo in una sorta di limbo della consapevolezza, siamo immobili mentre intorno a noi si alza un velo che ci permette di vedere le cose come siamo.
Alcuni lo chiamano baratro emotivo, quando sai che hai toccato il fondo, che peggio di così non ci può essere nulla.
A volte rimaniamo immobili per giorni, mesi, magari anni.
Bloccati perchè non sappiamo come fare.
Abituati ad amare gli altri a metterli al primo posto ora.... siamo rimasti soli.
Allora piano piano iniziamo a parlare con la nostra solitudine, ad ascoltarla e cerchiamo di capire come fare.
Ognuno piano piano trova la sua strada.
Qualcuno si coccola dalla parrucchiera, qualcuno legge un libro o inizia a truccarsi, anche solo per stare in casa.

Passa il tempo e le nuove abitudini diventano comportamenti radicati, una sorta di routine.



Mentre ti prendi cura di te e impari a vivere potrebbe succedere una cosa strana.
Potresti renderti conto che sei in una relazione che ti tiene in trappola, in cui tu non ti senti più te stessa o renderti conto che non hai mai capito niente dalla vita, che hai fatto per anni sempre e solo quello che era giusto e mai, o quasi, quello che volevi.
Ed eccoti allora ad un altro bivio.
Ascoltarti, continuando ad amarti o abbassare di nuovo il velo?

Passerai notti insonni, cercando una risposta che sembra non arrivare o non ti soddisfa poi quasi dal nulla o forse no arriverà una persona.
si, una persona, può essere un amica di vecchia data che non sentivi da un po', una nuova amicizia, un uomo, una donna.
Arriverà qualcuno che ti farà capire che devi osare, devi volare e farlo per bene, non accontentarti di quello che dicono o pensano gli altri ma volare alto dove tu, con le tue ali di aquila puoi arrivare.

Arriverà una persona che ti prenderà la mano e ti terrà talmente forte da non farti cadere, da non farti nemmeno avere paura di volare tu che non hai mai nemmeno preso un aereo.

In quel momento ti renderai conto che la parola amore, non è una semplice parola, la parola amore è una sfumatura di mille colori.
Amore è un verbo, un imperativo, amore è la base della tua vita.

Fidati, arriverà davvero la persona che come un balsamo sistemerà tutte le cicatrici che hai, arriverà e penserai... Credevo di sapere cos'è l'amore... poi sei arrivato tu.

Nessun commento:

Posta un commento

Dimmi cosa ne pensi, mi fa piacere interagire con chi mi legge ♡

Voce del verbo Amore

Amore, una sola parola ma quante sono le immagini che si creano nella nostra testa. Aprendo il dizionario ne vediamo una definizione: ...