lunedì 1 maggio 2017

Emotivi Anonimi.



Cosa sono, chi sono gli emotivi anonimi? Cosa fanno?

Emotivi Anonimi è un’associazione di uomini e donne, che si riuniscono per condividere esperienze, energie e speranze, allo scopo di risolvere e/o gestire al meglio i propri problemi emotivi. EA non è affiliata ad alcuna setta, fede, partito politico, organizzazione o istituzione.

Nelle sue riunioni, quindi, non si parla né di religione, né di politica.

Non ci sono quote da pagare per essere aderenti di EA.

Durante le nostre riunioni si impara un nuovo modo di affrontare la vita.

Nei gruppi ognuno è libero di esprimere la propria opinione e certo che sarà mantenuta la massima riserva­tezza su quanto si sarà detto e sentito.

Ciò in quanto si rispetta l’anonimato e non si fanno domande; non si giudica; non ci si lascia coinvolgere in discussioni e non si danno consigli.

Si è esperti soltanto della propria vicenda personale e del modo, nel quale si trae beneficio dall’applicazione del Programma EA.

Si frequenta il gruppo per aiutare se stessi; non per altri motivi, o per amore di altre persone.

Perché venire in EA?

Hai difficoltà con te stesso, nella tua famiglia, con il tuo partner, al posto di lavoro?

Non è importante per noi sapere chi sei, o cosa fai.

Non ti facciamo domande, ma ti ascoltiamo e ti offriamo l’aiuto, perché tu possa aiutarti da te.

Ti invitiamo a percorrere con noi un cammino, nel quale impareremo insieme a lasciare dietro di noi il passato; a ricominciare e a trovare soluzioni per i nostri problemi.

Fai il primo passo e vieni nel gruppo. Questa è la prima cosa che puoi fare, se vuoi ritrovare il tuo equilibrio e la tua salute emozionale.

Come sapere se sei un dipendente emotivo?

Quante volte ti sei sentito in una di queste situazioni emotive?

1. Eri incapace di esprimere o soffocare un’emozione.

2. Ti sentivi debole e forse anche senza più speranza.

3. Eri incapace di stare bene, nonostante tutti i tuoi sforzi.

4. Provavi ad analizzare le situazioni che stavi vivendo, ma senza successo.

5. Eri incapace di cambiare con la tua sola volontà.

6. Non eri autosufficiente, nonostante il tuo desiderio di esserlo: pertanto, avevi bisogno degli altri.

7. Ti sentivi impotente di fronte alle tue emozioni, fossero queste positive o negative.

8. Ti è capitato di arrabbiarti con qualcuno e di cercare inutilmente di liberar-ti della tua collera utilizzando la logica e la ragione?

9. Di sentirti colpevole di qualcosa e di provare a razionalizzare la situazione?

10. Ti sei sentito a volte solo, nonostante la presenza di un gran numero di persone intorno a te?

11. Ti è già capitato di chiederti: “Perché tutto ciò deve accadere proprio a me?”

12. Hai già avuto paura di qualcosa, anche se la ragione ti suggeriva che non c’era niente di cui preoccuparsi?

Se credi di esserti trovato spesso in una o più di queste situazioni emotive, c’è una speranza che Emotivi Anonimi possa aiutarti.

Benvenuto in Emotivi Anonimi!

Il programma degli emotivi anonimi si basa su dodici passi, derivanti da quegli degli alcolisti anonimi, molto più conosciuti. In realtà in Italia vi sono moltissimi gruppi di Auto mutuo aiuto che si basano sui dodici passi.

Abbiamo OA per le dipendenze dal cibo, Na per le dipendenze da sostanze, AlaTeen per i figli adolescenti degli alcolisti e tanti altri.

Parlare di questi gruppi non è Facile. Vediamo dove possiamo trovarli in Italia:

In Valle d’Aosta
Gruppo Aosta
c/o C.S.V. (Centro Servizio Volontariato)
Via Xavier De Maistre, 19 – 11100 Aosta
Riunione Martedi alle ore 20.30
Contatti: Ivan Tel. 347 44 82 536 email: eaosta@alice.it
—-
Gruppo Donnas
c/o Parrocchia di San Pietro in Vincoli Via Roma 77 – 11020 Donnas (Ao)
Riunione: 1° e 3° Giovedi alle 20.30
Contatti: Michelle Tel. 348 156 85 50
——-
Gruppo Grand Paradis
c/o Sala Consiliare – Municipio
Capoluogo, 27 – 11010 Aymavilles (Ao)
Riunione 2° e 4° Mercoledì dalle ore 15.00 alle ore 17.00
Contatti: Anna Tel. 348 156 85 50 email: eaosta@alice.it
—–
In Piemonte
Gruppo Ivrea
via Torino, 217 – 10015 Ivrea (To)
Riunione Giovedì ore 21.00
email: eaivrea@emotivianonimi.it
——
Gruppo Torino
c/o Passepartout – Ingresso sala in Corso Unione Sovietica, 220 D in sala Ibis al secondo piano
10137 TORINO
Riunione 2° e 4° Lunedì del mese alle ore 2030
Andrea Tel: 388 692 1057 Roberta 348 156 8550
———
Gruppo Novara
Via Lualdi,17
28100 NOVARA
Riunione il 1° e 3° Mercoledì del mese dalle ore 2030 alle ore 2200
Vincenzo 348 156 85 50
————
In Lombardia
Gruppo Sesto Calende
c/o “La casa del Cuore” – in piazza Berera, 15
Sesto Calende (VA)
Riunione Lunedì ore 20:30
Giuseppe 333 166 0285 email:
easestocalende@emotivianonimi.it
————-
Gruppo Novate Milanese “La Rinascita”
Viale Stelvio 43 c/o Parrocchia 20026 NOVATE MILANESE (Mi)
Riunione: Domenica ore 15:00 (in caso di blocco del traffico spostata al sabato ore 16:00)
Contatti: Paolo: Tel. 327 0860 994 Tel. 348 6423336
——-
Gruppo “Iris” Milano
Via Borsieri, 6 Zona Isola – Garibaldi Milano
Riunione Domenica ore 18.00
Contatti: Gennaro Tel. 339 815 6984
—–
Gruppo Milano
Parrocchia Piazza Wagner - Milano.
Riunione Mercoledì dalle ore 19.00 alle 20.30
email: eamilano@emotivianonimi.it
—–
In Toscana
Gruppo Empoli
c/o Pubbliche Assistenze Riunite, Via XX Settembre, 17 – Empoli (Fi)
Riunione il Venerdì a partire dal 2 novembre 2015 dalle ore 19:00 alle ore 20:30
Contatti 370 33 98 872 email: emotiviempoli@gmail.com
—————-
nel Lazio
Gruppo Roma
Via XX Settembre, 7 – Roma
Il primo e terzo Lunedì del mese a partire dal 2 novembre 2015 alle ore 20:00
Contatti Stella 392 613 6426
———–
in Campania
Gruppo Napoli
via Pasquale Scura, 17 – 80134 NAPOLI
Riunione Giovedì dalle ore 1800 alle ore 2000
Francesco Tel: +39 331 338 2990 email: emotivianoniminapoli@hotmail.it
——–
In Sardegna
Gruppo Cagliari
Via Fara, 19
CAGLIARI
Riunione Mercoledì dalle ore 2000 alle ore 2200
Contattare Raffaello 345 078 0015
—–
Persone disponibili ad aprire un gruppo di Emotivi Anonimi:
Bari e provincia
Giulio : 324 991 18 04
—-


Ora vi racconto, una sorta di intervista ad una partecipante di un gruppo Emotivi Anonimi.

All'interno di questi gruppi bisogna sempre mantenere l'anonimato, non importa cosa si fa nella vita, da dove si viene o le cose in cui si crede. Bisogna solo avere voglia di guarire.

Per questo motivo chiameremo la nostra amica Ilaria.

D: Ciao Ilaria, grazie di essere qui e di esserti messa a disposizione mia e del Blog per far conoscere meglio Emotivi anonimi. Allora, vediamo.. da quanto frequenti emotivi anonimi?


R: Ciao, Grazie a te per la possibilità che mi dai e che dai ad Ea di farsi conoscere. Io frequento emotivi anonimi da non molto tempo, dai nemmeno da poco ma mi sono resa conto che in Ea il tempo non conta sempre. Il recupero emotivo è una cosa soggettiva, il tempo sembra essere solo un contorno.


D: Hai detto una cosa molto bella, in un mondo in cui si vive cercando di rincorrere il tempo. Spiegami un po', come funzionano le riunioni?

R: è molto semplice, ci si ritrova in un luogo che è messo a disposizione dal comune o magari in affitto, non in casa di qualcuno, per il discorso che ognuno deve mantenere il proprio anonimato. Quando si arriva generalmente si viene accolti da molto calore, un abbraccio, sorrisi, tanto affetto. Ho sempre trovato un clima molto caldo e accogliente, è la mia seconda casa.


Dopo i saluti si prende posto, in cerchio o intorno ad un tavolo e il conduttore della serata apre la riunione dando il benvenuto, spiegando il funzionamento della serata e chi sono Ea e poi leggiamo il tema scelto per la riunione, può essere un emozione, una tradizione o il pensiero del giorno.

Ci si prende un momento di pausa per riflettere e mettere in ordine i pensieri e poi si iniziano le condivisioni.

Ci si presenta se ci sono dei nuovi arrivati si fa un giro di presentazione ad esempio " Ciao sono Ilaria, sono emotiva, sono felice di essere qui, vengo in ea da qualche mese perchè soffro di ansia."
Invece se non ci sono persone nuove ci si presenta con il proprio nome e si inizia la propria condivisione.

Al termine della riunione il conduttore chiude la serata ricordando di non riferire a nessuno quanto sentito, essendo confidenze fatte nel vincolo dell'anonimato e recitiamo insieme la preghiera della serenità. Ci fermiamo magari per fare quattro chiacchiere e poi ognuno a casa sua.


D: Mi hanno molto colpito alcune parole "Conduttore" , " Preghiera della serenità" avete delle regole in Emotivi Anonimi? Se si, quali.

R: Il conduttore è il moderatore, non è una figura fissa in quanto ogni aderente può "condurre" e moderare la serata.

Può essere quello che è da più anni nel gruppo oppure il nuovo arrivato dopo qualche incontro. Preghiera della Serenità è la nostra preghiera, Chiediamo alla nostra forza superiore di darci la serenità di accettare le cose che non possiamo cambiare, il coraggio di cambiare quelle che possiamo e la saggezza di riconoscerne la differenza.

Chiediamo di avere la pazienza per tutti quei cambiamenti che richiedono del tempo, la gratitudine per tutto quello che abbiamo, la tolleranza per quelli che sono diversi da noi e la forza di rialzarci per tentare ancora solo per oggi.

Non abbiamo delle vere e proprie regole, si chiamano Tradizioni e fanno da cornice a tutto ciò che riguarda Ea e ci danno indicazioni sul denaro, sulla pubblicità e altro, ci sono certamente le regole del vivere comune quindi rispetto.

Le nostre tradizioni sono dodici come i passi, i motti e i concetti.

1. Il nostro comune benessere deve venire in primo luogo; il progresso individuale dipende dall’unità degli EA.

2. Per il bene del nostro gruppo esiste una sola autorità: una forza superiore amorevole, quale esso può manifestarsi nella coscienza del nostro gruppo. Le nostre guide sono solamente dei servitori di fiducia; essi non governano.

3. L’unica condizione richiesta, per essere aderente EA, è il desiderio di acquistare la salute emotiva.

4. Ciascun gruppo dovrebbe essere autonomo, eccetto per le questioni riguardanti un altro gruppo, oppure EA nel suo insieme.

5. Ciascuno dei gruppi EA ha un solo scopo principale: trasmettere il proprio messaggio alla persona, che soffre ancora di problemi emotivi.

6. Un gruppo EA non deve mai avallare, finanziare o prestare il proprio nome ad associazioni esterne, per evitare che problemi di denaro, di proprietà e di prestigio possano distrarlo dal principale fine spirituale.

7. Ciascun gruppo EA deve sopperire interamente alle proprie necessità, rifiutando contributi esterni.

8. Il lavoro di EA dovrebbe restare sempre non-professionale, ma i nostri servizi centrali possono assumere impiegati qualificati per mansioni particolari.

9. I gruppi EA, come tali, non dovrebbero mai essere organizzati. Tuttavia, possono costituirsi consigli o comitati particolari, direttamente responsabili verso coloro che essi servono.

10. EA non esprime mai opinioni su argomenti estranei al proprio ambito di azione; di conseguenza, il nome di EA non deve mai essere coinvolto in pubbliche controversie.

11. La politica delle nostre relazioni pubbliche è basata sull’attrazione, piuttosto che sulla propaganda. Noi dobbiamo sempre conservare l’anonimato personale, nei confronti della stampa, della radio e degli altri mezzi d’informazione.

12. L’anonimato è la base spirituale delle nostre tradizioni e ci ricorda sempre di porre i principi al di sopra delle persone.

D: La tua vita è cambiata in Ea? Il programma funziona davvero?

R: La mia vita si! Decisamente è cambiata, in meglio. Il programma funziona si, se gli permetti di funzionare. Molti pensano sia come prendere una pastiglia.

Mi spiego meglio, se vai dallo psichiatra e gli dici che soffri di ansia, panico o insonnia, ti da dei farmaci per aiutarti a sedare gli effetti di queste situazioni. Emotivi Anonimi invece è un programma che va a tirare fuori la "causa" di un problema e affronti il problema non il sintomo.

È un lavoro difficile, costante e che richiede molta pazienza e dedizione. I cambiamenti non sono immediati come quelli di un farmaco che agisce semplicemente prendendolo sia che lo vogliamo sia che non lo vogliamo.

Il programma agisce se noi agiamo e ci lavoriamo sopra.

Attenzione, i farmaci non sono sbagliati, anzi! ci salvano la vita in molti casi.

In Emotivi Anonimi ho visto molte persone, uomini donne di ogni nazionalità ed età.

Ho imparato proprio da loro che nulla è impossibile se ci si mette davvero d'impegno.

D: Siete molto uniti, siete amici anche al di fuori del gruppo

R: Essere amici fuori dal gruppo non è fondamentale, noi frequentiamo Ea per il nostro recupero emotivo non per fare amicizia certo è che sicuramente ci troveremo in sintonia con qualcuno e magari si avranno rapporti di conoscenza e amicizia anche al di la delle riunioni ma sempre senza violare l'anonimato di ciò che si ascolta durante i vari interventi.

D: Cosa vorresti dire a chi magari vorrebbe partecipare ma ha paura?

R: Vorrei dire che non bisogna avere paura di essere giudicati, di pensare che gli altri hanno di meglio che ascoltare noi. Ognuno in Ea è il benvenuto e abbiamo una sedia vuota proprio per te. 

Indipendentemente che tu sia ricco, povero, magro, grasso. Non importa chi sei, da dove vieni o di cosa soffri, noi siamo li per te.

D: Grazie Ilaria, Davvero, è una cosa molto importante quella che fate. Vuoi dire un ultima cosa?

R: Si, vorrei poter condividere con te i nostri motti, mi sono utili in moltissime occasioni.

Lascia andare e affidati

Non sei solo

Non complicare le cose

Vivi e lascia vivere

Le cose più importanti prima di tutto

Cerca il lato buono delle cose

Per grazia della forza superiore

Conosci te stesso con onestà

Il tempo rimedia tante cose

Hai bisogno degli altri

Accettazione, consapevolezza, azione, conoscenza

Puoi scegliere

Non fare paragoni

Oggi è il primo giorno del resto della tua vita

Detto questo Grazie mille della possibilità che ci hai dato!


Ansia, una sola parola, tanti sintomi



Nessun commento:

Posta un commento

Dimmi cosa ne pensi, mi fa piacere interagire con chi mi legge ♡

Voce del verbo Amore

Amore, una sola parola ma quante sono le immagini che si creano nella nostra testa. Aprendo il dizionario ne vediamo una definizione: ...